Benvenuto su Ataualpa for debianers
Cerca   in  

Pagine TOP
   

Navigazione Sito
· Home
· Archivio News
· Argomenti News
· Contenuti
· Downloads
· Web Links

Un aforisma dal cilindro
Uno dei sintomi dell'arrivo di un esaurimento nervoso la convinzione
che il proprio lavoro sia tremendamente importante. Se fossi un medico,
prescriverei una vacanza a tutti i pazienti che considerano importante
il loro lavoro. [Bertrand Russell]

Chi on line
4 Visitatori(e) ora in Ataualpa for debianers

Mutt best links
Mutt Home
Mutt FAQ
Mutt Wiki
Mutt Manual
My First Mutt

Slrn best links
Slrn Home
Slrn FAQ
Slrn User ML
Slrn Manual

Debian best links
Debian Home
Debian FAQ
Debian Wiki
La Guida Debian
Debian Desktop Guide
Learning Debian
Debian Planet
Debian Help
About Debian
Planet Debian

WikiPedia
Apri l'enciclopedia libera WikiPedia


DMOZ
Apri dmoz The Open Directory Project


  
Epson Stylus D68: collegamento tramite eth/usb print server
Postato il Gioved, 27 dicembre @ 14:41:13 CET
Argomento: How To
How ToHo appena acquistato un print server, grazie al quale tutti i miei PC, tramite il collegamento in rete, possono stampare sull'unica stampante di casa.

Nel resto dell'articolo spiego, per quanti volessero adottare questa soluzione, come settare il server di stampa (CUPS) ed il print server.

Il print server oggetto dell'articolo l'Atlantis Land NetServer (codice A02-PSU).

La stampante una Epson Stylus D68.

I PC sono equipaggiati con Debian. Buon apprendimento!

Presupponiamo che la stampante sia gi regolarmente settata e funzionante quando viene collegata direttamente ad uno dei PC, tramite cavo usb.

Per inciso, la Epson D68 dispone di supporto sia tramite il driver Gutenprint (escp2-d68), sia tramite i driver Epson. L'uso degli uni o degli altri non fa differenza per quanto riguarda il funzionamento tramite il print server.

Il print server non richiede settaggio, se non la definizione di un indirizzo IP e di Subnet Mask fissi. Tale modifica pu avvenire tramite una comoda interfaccia web, collegandosi all'indirizzo IP predefinito (192.168.0.1). Preciso che non rilevante valorizzare l'indirizzo IP del Default Gateway, mentre importante che l'IP Address e la Subnet Mask siano impostati nello stesso range di indirizzi della nostra rete locale.

Le istruzioni contenute nella confezione del print server non illustrano invece il settaggio del nostro server di stampa (CUPS) ed qui che arriva il contributo a quanti seguiranno le mie orme.

Apriamo il frontend di configurazione di CUPS, selezioniamo Aggiungi Stampante e quindi:
  1. valorizziamo a piacere i campi nome stampante (es.: EpsonD68-printserver), location (es.: Geek Cavern) e description (Stampante collegata a Print Server), poi clicchiamo Continua;
  2. selezioniamo, da menu a tendina, AppSocket/HP JetDirect, come dispositivo, poi clicchiamo Continua;
  3. valorizziamo il campo URI del dispositivo con la seguente stringa socket://hostname:9100, dove sostituiamo hostname con l'indirizzo IP assegnato al nostro print server (es: 192.168.1.3) e poi clicchiamo Continua;
  4. selezioniamo la nostra stampante dai menu a tendina (prima la marca, poi il modello) se vogliamo utilizzare il driver Gutenprint, oppure navighiamo nel nostro disco per selezionare il file ppd del driver proprietario Epson (eksc67.ppd), se preferiamo quest'ultimo;
  5. completiamo tutto cliccando su Aggiungi Stampante.


Per una verifica, sempre dal frontend di configurazione di CUPS, clicchiamo su Stampa pagina di prova.

Se funziona abbiamo finito.

Se non funziona, verifichiamo che il firewall non sia stato impostato in maniera troppo severa....


Letta cos sembra una passeggiata. Purtroppo per me non stata tale, visto che i pochissimi esempi in rete, riferiti ad altri print server (Netgear PS121), parlavano di impostare la stampante in CUPS come dispositivo IPP (e definendo l'URI del dispositivo come ipp://indirizzo:porta) o come dispositivo LPD/LPR (e definendo l'URI come lpd://indirizzo/P1/).

Poich le feature del print server (supporta la stampa tramite IPP e LPR) sembravano confermare che il settaggio dovesse essere uno dei due, passato un giorno prima di sbloccare l'empasse.

L'illuminazione mi venuta utilizzando il classico coltellino svizzero: nmap. Eseguendo nmap sull'indirizzo IP del print server, ho rilevato le porte/servizi offerti da quest'ultimo:
port: 80/tcp state:open service: http
port: 515/tcp state: open service: printer
port: 9100/tcp state: open service: jetdirect.

In un primo momento ho pensato di aver risolto impostando su 515 la porta per l'indirizzo ipp, ma ancora niente (CUPS otteneva in risposta che il print server era occupato...??).

Ho quindi tentato l'impostazione suscritta, che alla fine si rivelata funzionante e che lo stesso CUPS suggerisce di adottare preferenzialmente. Peccato che di tale possibile settaggio il manuale del print server non faccia alcun cenno!

Googlando alla disperata, ho anche scoperto che l'Atlantis Land A02-PSU un rimarchiato: si tratta in effetti del LinkPro PS-1000U. Lo segnalo perch sul sito della LinkPro, ci sono alcune pagine che potrebbero interessare (le FAQ e i driver).


Per quanti non dovessero ancora riuscire nell'impresa, suggerisco di far riferimento al servizio assistenza di Atlantis Land: sempre disponibile e professionale nelle due occasioni in cui l'ho contattato (una volta per un consiglio tecnico nella scelta del mio primo router, la seconda per la rottura dell'alimentatore, prontamente sostituito e da poco pensionato stante il passaggio ad altro router, sempre Atlantis Land).

 
Links Correlati
· Inoltre How To
· News by Ataualpa


Articolo più letto relativo a How To:
Palm TX Sync via Bluetooth con Debian


Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico



Ataualpa - Chi sono

Tutti i loghi e i marchi nel sito sono dei rispettivi proprietari.
Coloro che hanno postato messaggi nel sito sono responsabili dei contenuti.

Nel sito, gli scritti di Francesco Ciattaglia, a.k.a. Ataualpa, sono rilasciati sotto licenza GNU Free Documentation Licence (GNU FDL).
E' pertanto lecito copiare, distribuire e/o modificare tali scritti rispettando i termini della GNU FDL, versione 1.2 o qualsiasi altra versione successiva pubblicata dalla Free Software Foundation.
Il testo completo della licenza a cui sono assogettati gli scritti di Ataualpa nel sito pu essere consultata qui


You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt

Web site engine code is Copyright © 2003 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.101 Secondi